UN PIRATA HA DETTO:

 

“il mare è la montagna mentre dorme”

il mare è la montagna che dorme
“L’aurora è un attimo soltanto, quasi sconosciuto: vive tra l’alba e il giorno.

E’ lì che abitano le storie migliori.”
“Cucire le cicatrici con il filo del dolore e poi guardarle, a distanza di anni, rileggere il passato ed emozionarsi.
Questo è vivere.”

“Quando ti avvicini alla soglia della libertà cadono gli ultimi spaventi e l’anima si getta all’avventura e le cose più semplici, come l’acqua, diventano tesoro e intuisci che la ricchezza, spesso, la hai nel taschino.”

“Racconto un mondo e poi ci vado a vivere.
Scrivere, per me, è questo.”

“Raccolgo il fango della mia vita e tento di dargli forma.
M’improvviso scultore.
Poi lo lascio seccare all’ombra del tempo.
E’ così che nasce una storia.”

“E’ quassù, sopra queste cime, che il cielo di stende per riposare”

“da dove vengono le montagne?” – domanda il bambino.
“dal mare” – risponde il nonno.

“Ho iniziato a scalare più per la paura di non vivere che per quella di morire. Ero piccolo e mingherlino e vedevo gli alpinisti: abbronzati, forti, sorridenti e volevo essere uomo anche io.
Oggi, dopo trent’anni e centinaia di cime, forse ho capito che, per quel che mi riguarda, la parete è una strada che mi porta su, una via verso il cielo”

“ci sono cime che, per raggiungerle, bisogna abbassarsi”

“la vita ha un tasso di mortalità del 100%. Per questa ragione non dovremmo preoccuparci di morire, bensì di vivere”

“la montagna è la scultura di Dio”

“un libro è un sogno che ce l’ha fatta”

“per svelare la natura di una persona portala al ristorante e guarda come tratta il cameriere”

“tra il reale e il verosimile c’è un qualcosa: quel qualcosa siamo noi”

“i sogni sono come le cime: basta alzare gli occhi e li trovi sempre lì”

“quel che faccio è sognare storie e annotare poi i sogni in un libro”

“qui in montagna il tempo fila lento. Mi ci ritrovo perché la memoria ha bisogno di lentezza e così l’amore e la vita”

“mai avventurarti nello scrivere una storia che non ami. Rischi di condannare il libro alla mediocrità”

“la montagna è femmina: se ti avvicini a lei con gentilezza ti lascia passare altrimenti ti sbarra la via e finisci giù come un piombo”

“la scrittura è un contenitore imperfetto e l’anima liquida gocciola giù”

“uno scrittore è quel tale che, in un cielo buio, ha il compito di accendere una stella”

“una pagina bianca è libertà senza fine ma la troppa libertà può diventare un limite. Ci vuole stoffa per disegnare un confine all’infinito”

“una persona svela la propria natura quando raggiunge il potere”

“uno degli ingredienti della felicità è senz’altro la lentezza”

“scrivere un libro è raccontarsi a metà. Le miserie e le sconfitte sono più facili da digerire attraverso un personaggio ed anche i sogni possono avverarsi, perché l’illusione, nella vita, ha una certa importanza”

“non è la scarpa che porti, è l’impronta che lasci!”

“in parete alle volte guardi giù e annusi la vertigine, proprio come quando sbirci oltre l’abisso di te stesso ma poi riprendi a scalare e ce la fai a salvarti”

“ciascun attimo accade una volta soltanto”

“arrampicare è scrivere in verticale”

“l’autostop ti insegna una cosa prima di tutto: che, a questo mondo, solamente i poveri aiutano gli altri poveri”

“è incredibile come una penna possa contenere talmente tante storie”

“un libro è questione di spazio”

“scrivere il futuro è vivere a metà”

“spesso la vita è romantica per davvero quando viene raccontata”

“una buona storia è un abbraccio: fragile e per sempre”

“sono i difetti che rendono gli uomini perfetti”

“alle volte la vita è un duetto di sguardi con il cielo”

“una lettera emoziona perché ha viaggiato e ti ha raggiunto, perché contiene del tempo anche, che qualcuno ti ha dedicato, per via della calligrafia, che è lo specchio dell’anima e perché l’annusi. Una lettera la leggi anche con il naso”

“la verità è tutta una bugia”

“un libro è un’istantanea che non sbadisce mai. Una maniera per mandare il tempo affanculo”

“ho imparato a frequentare i confini perché è lì che sta di casa l’emozione”

“a spremere per bene la vita ne esce una goccia soltanto: si chiama emozione”

“un libro è come una canzone: ti entra dentro e si veste di te”

“nella mia vita, a ben pensarci, non ho fatto altro che scrivere storie e queste storie mi sono entrate dentro ed ora passeggio sul ciglio del verosimile e questa linea sottile è diventata tutto quanto il mio mondo: il mondo dell’emozione”

“se ti racconti le bugie va a finire che consumi la vita inseguendo qualcosa che nemmeno ti somiglia”

“spesso finisco di arrampicare e mi guardo le mani. Quello che ho capito in tanti anni di scalate è che, quando sono stanche e distrutte… ho voglia solo di una birra e di un panino ”

“mi piaceva regalare la mia fantasia ma non trovavo un contenitore capace di contenerla allora… ho scritto un libro”

“chi l’ha detto che la scrittura è una faccenda da intellettuali? Scrivere è questione di rock”

“un sogno che s’infrange.. non fa rumore”

“capita di sbagliare.. ai vivi”

 

l'orologio più prezioso è quello che ti puoi permettere di non portare

 

 

“cerco di scrivere piano.. così la gente può leggere lentamente”

“faglielo capire alle persone che, guardare per aria, per uno scrittore, è lavoro”

“arrendersi a sé stessi è accettare di essere in bilico: da lì in poi la vita è tutta un equilibrio”

“se c’è una cosa che ho imparato scalando è che la parete più difficile da salire sembra essere il muro del pregiudizio”

“ci sono fatti quasi impossibili, improbabili al novantavove per cento. Ma io mi occupo di fantasia e, per uno scrittore, quell’un per cento.. è il mondo intero”

“la scalata somiglia molto alla vita solamente che quando scali sei in bilico e lo sai mentre quando vivi sei lo stesso in bilico ma pensi di no”

“la montagna e l’arte si somigliano: sono entrambi “tentativi” di sfiorare il cielo”

“un uomo di confine ha bisogno di una donna di confine”

“crescere è una realtà. Diventare grandi è un’idea… una pessima idea”

“scrivere storie è facile. Il difficile è viverle”

“la scrittura è il più potente dei sistemi di amplificazione. Quando la leggi grida talmente forte che ti rimane nelle orecchie per sempre”

“ci sono bugie telmente belle che merritano di essere credute vere. Le migliori si trasformano in romanzi o in cappelli. Un cappello è sempre una bella bugia”

“la vita va corretta. E’ troppo difficile da buttare giù liscia”

“tanto più le mani somigliano a zampe, quanto più un uomo somiglia ad un uomo”

“Siro è un libro verde”

“non si può comperare la felicità, ma si può comperare un libro”

“gli anziani e i bambini piangono senza occhiali da sole”

prima di morire, la cosa da fare senz'altro è vivere

 

 

“in molti mi chiedono perchè scalo le montagne. Lo facco per lo stesso motivo per cui credo in Dio: non ne ho idea”

“le persone non si cambiano. Si amano”

“il rock è rhum”

“la vita ti distrae dal tempo che passa”

“non sapevo fosse impossibile per cui… l’ho fatto”

“una delle cose più brutte che ti possono accadere è svegliarti un mattino e accorgerti che non sei più un bambino”

“fino a quando anche un solo bambino non avrà un dono e un sorriso, sarà un Natale tutto sbagliato”

“consiglio di vivere qui e ora”

“gli anziani, i bambini e le storie non arrossiscono mai”

“sognare è meraviglioso perchè i sogni hanno una particolarità unica: si avverano”

“più la persona è grande più è accessibile”

“questa notte San Nicolò mi ha portato un dono in un pacchetto d’argento: era un sorriso. L’ho indossato e il mondo è cambiato”

“io credo che la fortuna sia divina casualità”

“bisogna riuscire ad essere liberi: liberi come gli Uomini”

 

 

la neve è magia. La magia non esiste... però qui nevica

 

 

“la creatività consiste nel nascondere bene le fonti”

“in amore bisogna fare attenzione a non prendere le farfalle per le ali. C’è il rischio che non riescano più a volare”

“l’intuizione della libertà supera la libertà stessa in altezza e profondità”

“scrivere e cancellare; due faccende ugualmente creative”

“per trovare un folletto… basta guardare sotto il letto”

“gli abeti del mio giardino di Tai mi hanno insegnato che, per un albero, spostarsi di un solo centimetro, è un viaggio infinito”

“non basta il tempo libero: bisogna anche saperlo occupare”

“il bello di un camino acceso sono le storie che nascono con il fuoco e che bruciano con lui e l’odore che rimane”

“le cose costano denaro. Il denaro costa tempo. Quanto vale il lusso? Un mese? Anche se fosse l’ultimo?”

“poco fa, qui a Tai, in bosco, mi è parso di vedere due folletti per mano. Allora mi sono avvicinato per controllare e… erano veramente due!”

“la gelosia è figlia dell’amore imperfetto”

“educare deriva da educère (latino – tirare fuori). Significa quindi rendere liberi. Liberi di essere se stessi”

“l’informazione senza cultura è niente”

“quando sei piccolo ti batte il cuore se baci, poi cresci e baci sperando che ti batta il cuore. E domandano perchè non mi decido a crescere?”

“il bello di abitare in un paese di montagna è che qui, arriva ancora Babbo Natale”

“un buon libro è un’avventura che, prima di leggerlo, non avevi mai vissuto”

“ci credete che c’è chi fa lo shampoo alla macchina?”

“il punto non è guadagnare tanto per soddisfare molti desideri, è desiderare poco per potersi permettere la libertà a basso prezzo”

“io credo ci sia solamente bisogno di smettere di pensare senza addormentarsi… e seguire il ritmo”

“nascere e morire: un unico punto. L’inizio e la fine di un cerchio, e tutto attorno… è magia”

 

 

 

 

Facebook

Seguimi su Facebook

Youtube

Guarda le mie interviste

Twitter

Twittami

Instagram

Seguimi

Scopri le storie degli ultimi

I libri