Oceano

Valutato 5.00 su 5 su base di 29 recensioni
(29 recensioni dei clienti)

15,00 

Minerva Edizioni – pp. 196

“Oceano” è un boscaiolo di quasi cent’anni che un giorno come un altro bussa alla mia porta e mi domanda la cortesia di aiutarlo a scrivere il libro della sua vita. “Ho imparato poche parole” mi dice, “e quelle che conosco sono tutte sbagliate. E’ per questo che mi rivolgo a lei”

Inserisci nelle “note ordine”, durante la fase successiva del processo d’acquisto, il nome della persona a cui desideri che io dedichi il romanzo. Lo riceverai a casa in brevissimo tempo.

COD: 978-88-7381-576-1 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Oceano è un boscaiolo, un marito, un padre, un uomo e un libro: proprio questo libro qui, che stringi tra le mani.Un libro che lo salva dall’oblio di sé stesso perché lui si sta dimenticando.
Invecchia, la sua memoria svanisce e queste pagine gli sopravvivono e lo raccontano. Raccontano una storia che ha la forza del fulmine quando squarcia l’abete e lo rompe a metà.
Oceano Giovanni Maria Del Favero nasce su un carretto tirato da due muli nemmeno tanto volonterosi mentre la sua famiglia scende dalle montagne per cercar fortuna in America.
Nemmeno il tempo di aprire gli occhi che si ritrova abbandonato e affidato a due genitori tutti nuovi che provengono da un minuscolo paesino in Dolomiti così, ironia della sorte, ritorna tra le montagne, questa volta con il treno e vive un destino tutto al contrario, puntando i piedi e le mani sulla ghiaia di questo ghiaione che si chiama vita e che, per ogni passo in avanti, lo trascina indietro di dieci.
Il suo cammino incrocia quello di Italia e di “Sandrino E Basta” e di nonno Giusto e di Giovannino e con loro invecchia.
Gli capita di lavorare fino a non sentir più le mani, di falciare i prati in quota e di incontrare l’amore quello vero negli occhi di una persona del tutto inaspettata.
Gli capita di inciampare nella sua lapide anche, mentre una mattina di mezza estate ritorna dopo molto tempo al cimitero di Nebbiù.
Cammina, cammina, cade, si rialza e non la smette di sorridere, con le sue gengive senza più un dente.
Segue il sentiero fino in fondo e, solamente alla fine, dopo quasi cent’anni di vita, scopre la più evidente di tutte le cose e, forse per l’ultima volta ancora, sorride.

Marzo 2014 – Oceano – Minerva Edizioni – ISBN: 978-88-7381-576-1

29 recensioni per Oceano

  1. Valutato 5 su 5

    Ciao Francesco.
    Ho appena finito di leggere Oceano, libro che mi ha prestato mia sorella. Sono rimasta affascinata dalla storia e dalle poche righe che parlano di te nella quarta di copertina.
    Condivido il tuo modo di pensare e di vivere. Abito a Trento e siamo una famiglia di amanti della montagna: ho sentito nel libro tutto il senso della montagna. Conosco un po’ anche i luoghi che racconti: mia madre e’ di Cortina
    Il libro è meraviglioso e non vedo l’ora di leggere gli altri tuoi. Continua a scrivere di luoghi belli e di persone comuni. Sento molto l’ atmosfera.
    G

  2. Valutato 5 su 5

    Fantastico. Grazie e al prossimo.
    F

  3. Valutato 5 su 5

    Mi considero uno che legge molto, ho appena finito di leggere il tuo Oceano .
    E’ una delle storie più belle che abbia mai letto ed è la prima volta che mi sento in dovere di scrivere all’autore.

    Grazie ancora.
    Un abbraccio.
    G.

  4. Valutato 5 su 5

    Le storie che racconti mi ricordano quelle ripetute da mio nonno che durante l’inverno ospitava i “caregheta” che scendevano dal Cadore e loro in cambio impagliavano sedie, facevano rastrelli o altri attrezzi di legno.
    Un giorno se ci incontreremo mi spiegherai come fai a scrivere così.
    Amo leggere. Questo lavoro mi consuma e non ho il coraggio di cambiare.
    Intanto grazie per le ore di quiete che passerò con i tuoi libri.
    A.

  5. Valutato 5 su 5

    Ciao Francesco,
    ho letto il tuo libro. L’ho trovato sul bancone della libreria di Asiago “Leggi e Sogna”. E ne sono rimasta folgorata. Perché? Il libro è delicato, scritto in punta di penna e man mano che leggevo vedevo Oceano e Italia, sentivo i loro sentimenti e provavo le loro emozioni.
    Grazie.
    M.

  6. Valutato 5 su 5

    Buongiorno Francesco,
    oggi ci sono molte possibilità di espressione di sé stessi che vengono chiamate arte.
    Pochi però sono veri artisti, intendo coloro che per dono innato, per impegno profuso e per volontà, usano le loro capacità per raggiungere e risvegliare il bene e il bello che è oggi sempre più sprofondato negli angoli dell’animo di ogni essere umano.
    Le ho scritto per farle sapere che con le sue opere lei riesce a fare questo ed è un modo per aiutare gli altri.
    Un cordiale saluto.
    G

  7. Valutato 5 su 5

    Buonasera Francesco e buon anno nuovo.

    Ho appena finito di leggere “Oceano”. L’ho finito proprio alcuni secondi fa e ho sentito il bisogno di scriverle.
    Ho iniziato a leggerlo oggi pomeriggio subito dopo pranzo, non ho visto a che ora. Non mi sono alzata dal divano per tutto il pomeriggio e quando è diventato buio per fortuna avevo vicino una pila così non mi sono alzata nemmeno per accendere la luce. Grazie. Un libro così era davvero molto tempo che non lo leggevo. Credo che regalerò il suo libro ai miei genitori e ad un’amica che vive ai piedi delle Dolomiti di Brenta.
    E di sicuro un giorno visiterò Nebbiù e tutti i dintorni, sono davvero molto curiosa di vedere i posti da lei descritti.
    Mi scusi se le scrivo solo per dirle che il suo libro mi ha emozionato tantissimo.
    Grazie ancora e buona serata
    E.

  8. Valutato 5 su 5

    Buona sera, ho ricevuto per Natale il suo libro, volevo complimentarmi con lei per le emozioni che mi ha regalato.
    F.

  9. Valutato 5 su 5

    Ti scrivo solo per dirti che ho letto (o per meglio dire divorato) Oceano e mi è piaciuto davvero tanto. La settimana scorsa mi son fermato per la tappa fissa del caffè centrale a Agordo sulla strada dei monti e passando davanti all’edicola ho visto Oceano che mi guardava… quando l’ho chiesto alla simpatica signora dell’edicola, si è illuminata e ti ha fatto un sacco di complimenti, se passi di là vai a salutarla ne sarà felice.
    Insomma il libro l’ho letto tutto d’un fiato, hai trovato un’altra storia bellissima da raccontare.
    D.

  10. Valutato 5 su 5

    Caro Francesco
    Sono una guida trentina. Tempo fa sono stato operato ad un’anca e una carissima amica, fortissima alpinista mi ha regalato il tuo libro OCEANO che all’ospedale ho letto tutto in una notte e volevo complimentarmi da tanto mi è piaciuto.
    M.

  11. Valutato 5 su 5

    ho letto Oceano.
    Questo racconto è valso di sicuro la carta su cui à stato scritto.
    Grazie per la meravigliosa lettura che mi hai regalato.
    L.

  12. Valutato 5 su 5

    Ho Finito di leggere il libro Oceano
    come il volo di una farfalla, come una meravigliosa orchidea selvatica il cui profumo ti entra dentro, trasforma, fa amare questa vita.
    Merito di questo libro è farmi esprimere il pensiero”come sono fortunata!!!!!”
    F.

  13. Valutato 5 su 5

    Grazie,
    Alla mia migliore amica innanzitutto, che come me ama il mare e non disdegna affatto la montagna..un regalo che mi ha commosso, beh, a dirla tutta, m’ha fatto piangere..non solo alla fine.
    Un saluto alle montagne che spero potrò ripercorrere presto.
    Complimenti per la tua scelta di vita, pare sia azzeccata e buona fortuna per il futuro.
    C.

  14. Valutato 5 su 5

    Incuriosita da un articolo sul Corriere della Sera ,che parlava del suo ultimo libro Oceano, mi sono recata in varie librerie di Verona , ma purtroppo senza alcun risultato perché doveva ancora arrivare . Alla fine l ho ordinato su internet e finalmente mi è arrivato .L ‘immagine sulla copertina , così espressiva mi ha convinto ad iniziarlo subito ed ogni riga , ogni pagina mi prendeva sempre più . Quando sono arrivata alla fine ero dispiaciuta ,perché tale era stata l’emozione che vorrei avesse avuto mille pagine . E così è stato pure per i miei familiari che l’ hanno letto. Le esprimo caro Francesco tutta la mia ammirazione per la sua scrittura così suggestiva e per le sensazioni che riesce a trasmettere con le sue parole .

  15. Valutato 5 su 5

    Caro Francesco,
    quest’estate in Grecia ho letto il suo libro e me ne sono innamorato solo leggendo le prime pagine: come si fa a non farlo?!
    L’ho divorato in meno di una settimana con i piedi immersi nella sabbia e lo sciabordio del mare di sottofondo. I miei fratelli mi prendevano in giro perchè non essendo un gran lettore, quelle settimane di vacanza le passavo tra le pagine del suo libro e a me veniva da dirgli:”Prova a leggere dai! Vediamo se poi riesci a smettere?!”. Di leggere Oceano me l’ha suggerito il gran lettore di mio papà che, in meno di una settimana, ha finito e, come me, non sembrava potersi staccare più. Mi sono innamorato del libro e della splendida figura del signor Oceano e le sue magnifiche descrizioni di Tai di Cadore.
    Una domanda che mi piacerebbe farle è se Oceano è veramente esistito. Se la sua tomba esiste veramente nel cimitero di Tai di Cadore. Se fosse così verrei volentieri a salutarlo.
    “Oh certo mi perdoni. Mi chiamo M., ho visto il mare ma non ho mai letto un libro più bello e ho 13 anni”

  16. Valutato 5 su 5

    dopo Oceano, ho incontrato Siro..dritto al cuore..
    continua a scrivere, sempre.. un saluto.
    A.

  17. Valutato 5 su 5

    Caro Francesco,
    io non so se Oceano tu lo abbia incontrato dandogli solo voce (e bene) o se sia nato e cresciuto tra i tuoi pensieri sulle tue montagne, poco importa, mi hai fatto leggere una storia meravigliosa e potente!
    Che dire, grazie!
    A.

  18. Valutato 5 su 5

    Mi era arrivato l’invito da libreria Pangea di padova per partecipare alla presentazione di due dei tuoi libri. Purtroppo non potevo esserci per impegni presi precedentemente….. E gli impegni si prova a rispettati…. Ho acquistato però il libro Oceano che sto letteralmente divorando…… Spero di passare un giorno a Tai e magari suonare il campanello della porta di casa tua…….. Non tanto per chiederti di aiutarmi a scrivere un libro……… Non ne sarei capace…… Ma per chiederti di farmi una dedica, questo si!. Grazie di cuore per ciò che scrivi. Aiuta a vivere
    A.

  19. Valutato 5 su 5

    Ci sono libri che leggi per svagarti, per rilassarti, per evadere dal nostro turbolento e vuoto quotidiano, altri per curiosità, per conoscere, per capire, per viaggiare in luoghi e realtà diverse, altri ancora per lasciarti coinvolgere in storie e ambientazioni totalizzanti, horror o romantiche che siano, e a seguire un’infinità di altre motivazioni letterarie.

    Poi ci sono i libri che ti fanno inciampare, quelli che ti ritrovi tra i piedi, che raccogli con distratta curiosità, che lasci a lungo sul comodino e che quando leggi ti arrivano dritti al cuore, ti rapiscono i sentimenti e la ragione, al di là della trama in sè…vanno oltre.

    Oceano è uno di questi.

    La storia mi ha preso subito, facile questo, parla del mio paese,anzi, con precisione chirurgica…dei miei paesi, dei miei nonni, una narrazione “biografica” che è tra le mie preferite, scorrevole e avvincente, e già questo è un successo per lo scrittore.

    Ma a tre quarti del libro, nonostante alcuni emozionanti punti che mi hanno fatto “sudare gli occhi”, ho iniziato a pormi delle domande…bravissimo Francesco, sa dosare con abilità momenti di cruda realtà, a respiri divertenti e frizzanti a emozioni potenti, però…però quasi quasi posso arrivarci anch’io con i miei racconti abbozzati che ho nel cassetto.

    Non pùò essere così semplice, così banale…ci dev’essere qualcos’altro per poter essere veramente uno scrittore.

    E con questo arrovellante dilemma ho atteso un paio di giorni, osservando con cusiosià la bellissima copertina che mi occhieggiava da vari angoli di Casetta, attendendo che il libro mi chiamasse per farsi finalmente conoscere fino in fondo.

    Questa mattina è arrivato il momento, dopo un rapido caffè mi sono seduto sul divano nella quiete silenziosa della domenica e ho completato l’ultima mezz’oretta di lettura.

    E’ stata una rivelazione incredibile, là, in quelle ultime pagine c’è tutto il senso della storia, tutta la differenza tra un semplice racconto e un qualcosa di speciale….

    Finita l’ultima parola, è come se l’Oceano fosse entrato in me, ho sentito la genesi della storia, il senso del perchè questa storia è stata scritta, perchè è stata creata, perchè “doveva” essere raccontata, e non nascondo che mi è venuta tutta la “pelliccetta d’oca”.

    Sono storie che in me lasciano il segno, che mi aprono gli occhi su questa bizzarra umanità, sul significato della nostra esistenza che spesso ci è ignoto, sono storie che cambiano il mio modo di pensare e di vedere le cose, che mi fanno fare un passo avanti nella mia consapevolezza di essere umano…storie che mi toccano il cuore e i sentimenti in modo incredibile e incancellabile.

    E un doveroso e appassionato plauso al buon Francesco, per la capacità e l’abilità con cui ha saputo creare questa sottile e inaspettata suspance emozionale, questo colpo di scena finale che ti invoglia a ricominciare subito il libro dall’inizio per riassaporarlo sotto una nuova luce per riappropriarsi di tutti quei momenti che sembravano elegantemente fini a se stessi ma che invece sono i preziosi dettagli di un bellissimo quadro d’insieme.
    B.

  20. Valutato 5 su 5

    Caro Francesco,

    su un piccolo quaderno sgualcito dal tempo ho ritrovato scritto … i libri, le storie, sono occasioni d’amore senza essere sicuri di cosa si va ad amare… ho incontra Oceano in questi due giorni di pioggia e di sole di un Trentino d’autunno a cui manca l’estate e ho sentito forte il desiderio di incontrarti anche solo per un attivo e ringraziarti per questa poesia crudele e tenera allo stesso tempo, come solo la vita sa essere.

    Il tuo libro, la storia di Oceano, mi hanno accarezzato il cuore con quelle mani ruvide e umili che non hanno fatto altro che vivere.
    Grazie, di cuore.
    M.

  21. Valutato 5 su 5

    Buonasera Francesco,
    sono G. e amo leggere .. da sempre. Un amico mi ha suggerito un libro senza aggiungere altro. Oceano il suo Oceano.
    Dopo averlo letto ho inteso perchè non aveva aggiunto altro. Normalmente quando uno consiglia un romanzo prova a riassumerlo a raccontarlo ma con Oceano non è possibile. Arriva come un’onda…Oceano è travolgente, racconta quello che abbiamo perso , testimonia antichi valori e ciò che conta veramente.
    Che dire per non scivolare nelle banalità ? Semplicemente che la ringrazio per la grande emozione e speranza che mi ha trasmesso e che porterò a lungo nella mia memoria il suo romanzo come uno dei più delicati e ben scritti che io abbia fin qui letto.
    Con stima e cordialità.
    G.

  22. Valutato 5 su 5

    Buongiorno Francesco,
    ho iniziato a leggere Oceano da due giorni, sono a metà, solo perché spesso ritorno indietro su quello che ho già letto per gustarmi appieno le sensazioni che trasmette il racconto.
    E’ il primo tuo libro che ho letto e, come mi succede di solito l’ho scelto a caso da uno scaffale di una libreria, un po’ per la copertina che mi ha ispirato e un po’ perché ho letto dove ti sei ritirato a scrivere, amo la montagna e soprattutto la zona tra le Dolomiti Bellunesi, il Cadore e le Dolomiti Friulane.
    Volevo intanto farti i complimenti da subito per il libro, anche se non ho ancora terminato di leggerlo, mi emoziona molto, che personaggio che è Oceano! Se fosse vero vorrei conoscerlo e farmi raccontare un po’ ancora di lui, magari in uno di quei baretti di paese che racconti, davanti ad un bicchiere di vino…
    S.

  23. Valutato 5 su 5

    Cosa dire del suo libro che ho divorato e ho appena terminato di leggere? Un capolavoro di sentimenti? Mi sento veramente piccola, piccola e rimango ammutolita (cosa rara!) davanti alla vita di Oceano . Grazie veramente, grazie per aver dato anche una fisionomia diversa agli “uomini della montagna”, oggi molto pieni di soldi in tasca e che spesso hanno confuso il benessere con l’arroganza, grazie per aver valorizzato le “nostre” belle montagne, grazie per aver risvegliato in me tutti i sensi e grazie grazie e grazie per aver sorriso e pianto assieme a Oceano. Grazie per essere un giovane che sa apprezzare il passato.
    Ora corro in libreria, La Viaggeria di Trento, per comprare gli altri suoi libri, caldamente raccomandati dal titolare della libreria.
    Grazie ancora Francesco, sei giovane ma con un talento raro, sai ascoltare in silenzio le persone e la natura.
    D.

  24. Valutato 5 su 5

    Ho iniziato a leggere Oceano il 7 di gennaio, dopo che mi è stato regalato da mia madre per il compleanno.

    Ora, dopo mesi, sto leggendo le recensioni….sono in lacrime…di gioia!
    Vorrei anche io scrivere una bellissima recensione come è stato fatto qui sopra.
    Consigliato a tutti, imperdibile, magico. PROFONDO.
    REGALO PERFETTO!! Veramente!
    Continuo a ringraziare mia madre….ed è molto più di un semplice regalo materiale.
    Mi sono state regalate delle emozioni che difficilmente scorderò.

    Complimenti Francesco, una bella stretta di mano virtuale.

    Alessandro.

  25. Valutato 5 su 5

    Che dire di oceano semplicemente meraviglioso,ho pianto e sognato quei meravigliosi posti,immaginato ogni stradina e piazzetta che hai descritto ..mi sono immersa in questa storia fino all’ultimo attimo e ogni pagina volava e mi sono ritrovata alla fine in poco più di due ore con gli occhi gonfi e il cuore pieno..poi ho letto siro..zoe e ora ho finito il selvaggio uno più bello dell’altro ma oceano e’il mio preferito …complimenti davvero e spero che un giorno non lontano tu possa vivere il tuo sogno …fra le tue montagne…ciao f.

  26. Valutato 5 su 5

    Ciao Francesco, scusa se sono passato dal lei al tu, ma ho appena terminato, tra le lacrime, di leggere uno dei più bei libri che ho letto…
    Grazie x le emozioni che mi hai regalato….
    Grazie Oceano!
    P.C.

  27. Valutato 5 su 5

    Non conoscevo Francesco Vidotto. Non ho il piacere di conoscerlo neppure ora. L’ho incrociato per caso tra i tanti amici di G+. Pare io, lui e tanti tra voi si abbia la stessa passione: Montagne. Incuriosito, l’ho scoperto vivere e scrivere a Tai di Cadore. E quando si parla di Cadore…quelli che mi conoscono sanno che per me è…un’emozione che accarezza il cuore. Il mio luogo magico tra i luoghi fatati delle mie Montagne. Ho acquistato ieri l’unico suo libro che ho trovato a disposizione in libreria.
    Se qualcuno volesse toccare con mano la forza e la dolcezza di quelli che porto sempre nel cuore e chiamo la Zente mea, non dovrà fare altro che leggerlo e vivere le straordinarie emozioni che solo certe persone ti sanno regalare.
    Grazie Francesco. Non mi vergogno a dirti che mi hai commosso descrivendo con grande semplicità ed enorme sensibilità la zènte de le me Crode o forse un mondo di cui noi tutti avremo bisogno per vivere felici.
    R.S.

  28. Valutato 5 su 5

    Volevo solo ringraziarti: io, divoratrice di libri, sono incappata per caso in quel viso segnato dal tempo e in quegli occhi azzurri, non lo e non ti conoscevo. In quella storia ho trovato un mondo in parte anche mio: anche mio padre era veneto, non del Cadore ma anche lui di un paesino aggrappato alla montagna. Poi, la vita lo ha portato altrove; anche lui un’esistenza di lavoro, di fatica, una guerra, la prigionia… Se ne è andato lo scorso anno, a quasi 92 anni, ma ancora con una lucidità intatta e un’intelligenza viva. Ho riconosciuto le parole, i gesti, la capacità di adattarsi, il farsi rincorrere da mia mamma per sistemargli il colletto della giacca, la manica della maglia, il ciuffo di capelli ribelle. Gente di montagna di una volta dove le futilità e la finzione non trovano posto.
    Insomma, mi ha conquistato e sto raccontando a tutti la bellezza e la poesia di Oceano.
    Tutto qua. Grazie ancora.
    F.

  29. Valutato 5 su 5

    Buon giorno.

    Ho letto Oceano durante la mia vacanza solitaria tra i boschi del Cadore durante una pausa riflessiva. Quale libro migliore, peccato che da quanto bello è in solo due giorni l’ho finito.

    Ogni volta che dalle crode mi affacciamo sulla nostra vallata mi immaginavo i nonni impegnati nelle loro faccende di un tempo.

    Complimenti.

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *