Siro

(4 recensioni dei clienti)

15,00 

Minerva Edizioni – pp. 169

“Siro” racconta di un pastore che, fin da bambino, sognava d’imparare a leggere. Racconta delle Dolomiti, dei pascoli di alta quota e di un amore fragile e duro insieme, proprio come le cime che da sempre mi fanno compagnia.

– Romanzo vincitore del premio Cortina d’Ampezzo 2011 per la letteratura di montagna;
– Romanzo vincitore del premio eLEGGERE LIBeRI della cittò di Trento 2013;


Inserisci nelle “note ordine”, durante la fase successiva del processo d’acquisto, il nome della persona a cui desideri che io dedichi il romanzo. Lo riceverai a casa in brevissimo tempo.

COD: 978-88-7381-368-2 Categoria: Tag: , ,

Descrizione

Un diario di pelle vecchio di oltre cinquant’anni con dentro una storia tutta scolorita, macchiata di vino, di sudore e di tante lacrime. Una storia dura come la pietra, terribile e dolce, tenuta segreta, celata nel silenzio della gente di paese, nascosta in un passato lontano riportato a galla per caso una mattina di febbraio del 2005. Una storia d’amore e rassegnazione: la storia di Siro. Siro è un pastore con mani callose e scarpe grosse. Vive insieme ai suoi fratelli e alla madre una vita misera all’ombra delle Dolomiti, resa ancora più difficile da un padre alcolizzato e violento. Guarda con occhi lucidi i bambini che vanno a scuola e desidera più di ogni altra cosa imparare a leggere finché, un giorno di mezza estate, la maestra Roberta gli regala un abbecedario. Siro studia lassù nei pascoli d’alta quota, in compagnia solamente del suo gregge e conosce mondi fantastici e lontani. Il cuore gli si gonfi a di curiosità e lo spirito si raffina.

I suoi occhi celesti e intelligenti, un giorno di mercato, incontrano quelli di Vera. Fra loro nasce un amore di una passione profonda e travolgente. Un amore sano, unico e impossibile a causa l’ostilità violenta del padre di lei.

Siro si rassegna alla propria sorte, abbassa gli occhi, stringe forte i pugni e se ne va con le guance umide di lacrime senza immaginare quali feroci trame il destino avrebbe ordito su di lui.

Ne verrà a conoscenza un po’ per volta, inghiottendo bocconi taglienti e amari fino ad invecchiare e a guardare con stupore, dal tavolo di un’osteria, con un bicchiere di rosso stretto in mano, quale sorpresa la vita può ancora riservare. Dopo tante sconfitte e così tanto dolore, finalmente una goccia di miele, una goccia piccola, dolce e preziosa.

Una goccia soltanto che vale una vita intera.

Marzo 2011 – Siro – Minerva Edizioni – ISBN: 978-88-7381-368-2

Informazioni aggiuntive

Condizioni

nuovo

4 recensioni per Siro

  1. dimmi

    Ho letto più volte la tua mail prima di trovare le parole per risponderti.
    Dopo Siro e Oceano, confesso, è stato difficile tornare a letture ‘comuni’ quindi speravo di poter leggere qualcosa di tuo, anche solo un breve racconto. Non sarò certo la prima a dirti che tu hai un dono, quello di saper raccontare storie con il cuore, e non è da tutti…ti scrivo quindi perché ho voglia di salutarti e nella speranza di leggerti presto, in un romanzo, in un racconto o in una semplice mail
    A presto
    L.

  2. dimmi

    ciao Francesco.
    questa notte ho finito di leggere Siro. Le ultime pagine non riuscivo quasi a leggerle perché mi si sono riempiti gli occhi di lacrime.
    Sono veramente belle storie e mi si stringe il cuore ogni volta.
    Quando piango così, poi mi sento proprio bene e soddisfatta; così ti ho fatto accomodare di diritto nella lista dei miei autori preferiti.
    Mi piacciono proprio le tue storie e il tuo modo di essere.
    Come sempre questi bei libri io non li cerco, sono loro che trovano me ed è così che è successo con i tuoi.
    Grazie Francesco e buona giornata tra le montagne del Cadore.
    G.

  3. dimmi

    Ciao Francesco,il caso mi ha portato al tuo Siro. Libro per l’
    ospedale..divorato..splendido..Sai mi ha fatto venire un grande
    desiderio..di essere in cima a una di quelle vette, respirare a pieni
    polmoni quell’aria frizzante delle sere d’autunno inoltrato in
    montagna e assaporarne in silenzio il denso profumo…grazie
    V.

  4. Giorgio Sartori

    Ho letto Oceano e Bellissimo quando inizi a leggerlo ti prende la voglia di terminarlo. A volte è crudo . Però se la vita di questi personaggi si è svolta così,
    così è scritta .

Aggiungi una recensione

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *